• Francesca Interlenghi

ENDECAMERON 20 DIGITAL EDITION

Inizia il prossimo 17 luglio, nel Castello di Rocca Sinibalda (Rieti), Endecameron 20 Digital Edition: un progetto di residenza artistica virtuale che si svolge in una location reale. In questo luogo millenario e suggestivo, un gruppo di artisti si riunisce per riflettere sulla contemporaneità assumendo come punto di partenza proprio l’identità metamorfica del Castello.


Il format digitale, che in futuro affiancherà in maniera stabile il progetto di residenza tradizionale, debutta quest’anno in parte per le norme di distanziamento imposte dalla pandemia, ma soprattutto su sollecitazione della continua evoluzione e del diffondersi delle pratiche artistiche via web.


La direzione artistica è a cura della videoartista e performer Francesca Fini. Oltre ad aver preso parte alle passate edizioni, Francesca Fini lavora da sempre nel territorio di confine dove le arti si ibridano. Con le sue installazioni e performance, sviluppa piattaforme, dispositivi, concetti e drammaturgie che spostano l’esperienza del pubblico in una dimensione di 'digital show’: un contenitore di esperienze multimediali a cavallo tra reale e virtuale, tra fisico e digitale. 


Sono otto gli artisti che partecipano a Endecameron 20 Digital Edition: Silvia Cignoli, Silvia De Gennaro, Francesco Dimitri, Igor Imhoff, Marcantonio Lunardi, Paola Michela Mineo, Paola Romoli Venturi, VestAndPage. Selezionati secondo un criterio che tiene conto della singola forma mentis di ciascuno, e che intende porre in risalto l’originalità dei percorsi individuali, manipoleranno a diversi livelli semantici le suggestioni derivanti dalle stanze del Castello.


Ognuna di esse possiede caratteristiche diverse e un proprio nome tematico: la Corte Grande, la Stanza dell’Alcova, la Stanza dei Libri, la Stanza dello Sciamano, la Stanza della Memoria, la Stanza del Terapeuta, la Stanza del Criminale, la Sala Grande delle Parche. Il primo giorno gli artisti si riuniscono nel Limbo, la Prima Stanza del Castello, e dopo essersi conosciuti prendono simbolicamente possesso delle stanze assegnate. Tutto questo viene documentato attraverso videoconferenze sulla piattaforma Zoom rilanciate in streaming sui social media associati al progetto. Nei cinque giorni successivi, il Castello apre, sempre in live streaming, le stanze reali e virtualmente quelle tematiche sulla piattaforma web. Le opere prodotte da ciascun artista trovano ospitalità sia nelle stanze virtuali, dove vengono collocate simbolicamente, sia in quelle reali, dove vivono attraverso proiezioni, installazioni sonore, QR Code e Realtà aumentata. La residenza si conclude con un grande finissagge virtuale.


La location si trasforma in un’interzona capace di esaltare il rapporto di mutua interdipendenza tra dimensione della virtualità e l’attualità che percepiamo con i nostri sensi - l’hic et nunc della dimensione umana. Un monumento storico che si fa entità digitale e che sfruttando il dinamismo e l’apertura della rete dà voce, anziché a fantasmi e spettri, a manifestazioni virtuali ultra-contemporanee: avatar che lo animano, lo attraversano e lo trasformano. Per questo Francesca Fini disegnerà una replica ideale dell’essenza fisica del Castello. Questa replica prenderà vita in una piattaforma web che raccoglierà tutti gli interventi, gli artefatti, i materiali prodotti e gli incontri in live streaming degli artisti con il pubblico.


«L'obiettivo primario della piattaforma Endecameron.it è far immergere il pubblico nella mente degli artisti che, attraverso un blog multimediale, racconteranno quotidianamente le dinamiche del loro processo creativo, postando testi, confessioni vocali, immagini, suoni: un grande diario umano con cui il pubblico potrà interagire. Un diario che è come una cucitura continua che tiene insieme la dimensione reale privata dove si svolge il lavoro di creazione (gli studi degli artisti) e la dimensione digitale dove si svolge la conversazione pubblica (il castello virtuale), fino a quando le opere prodotte saranno teletrasportate di nuovo nella dimensione materica, quando verranno installate, attraverso proiezioni, diffusioni sonore, monitor, installazioni e realtà aumentata, negli spazi fisici del Castello.» Francesca Fini





Endecameron 20 Digital Edition

Castello di Rocca Sinibalda | 17-26 luglio 2020

Sito: www.endecameron.it

Mail: team@endecameron.it

Facebook: Endecameron

Instagram: @endecameron

Twitter: @endecameron


89 visualizzazioni

ENDECAMERON20 DIGITAL EDITION
© 2020 BY ENDECAMERON TEAM@ENDECAMERON.IT
INFORMATIVA PRIVACY | INFORMATIVA COOKIES

  • Instagram - Grigio Cerchio
  • Facebook - cerchio grigio
  • Twitter - cerchio grigio
  • YouTube - cerchio grigio